19 luglio 2018 (Un altro giorno è andato)

Scenderà la notte
qui fuori della finestra
e tutto sembrerà cambiato,
ma tutto resta

uguale al giorno andato
in questa torrida estate
d’idee perpetue e rotte,
secche ed errate,

prive d’un senso
ma pregne di presenza
vostra, d’un lapidario assenso

alla labile scienza
che dissipa il consenso
nell’assenza

d’ogni fiducia che non sia
erma e scabra coscienza
dell’arpia.

NdR: il brano Memories of Green di Vangelis è qui fatto suonare senza alcun fine di lucro. Insieme all’immagine sopra raffigurata, lo avverto come il commento e la soundtrack più struggente e vera per i miei versi e per ciò che essi, nella mia memoria e nel mio presente, rappresentano. [Fabio, 20 luglio 2018]